giovedì 22 novembre 2012

Bocconcini di riso e zucca su vellutata arancio



Ormai sono entrata pienamente nel clima autunnale e questo piatto ha il sapore della leggerezza di questo periodo dell'anno. Il sole tramonta prestissimo (già alle 17.00 sembra notte!), un venticello spira, a volte qualche pioggerella improvvisa picchietta contro le finestre. In quest'atmosfera non c'è niente di meglio di una vellutata calda, leggera e limpida, col colore di quel tramonto precoce che giunge ogni pomeriggio, come letto per piccoli bocconcini di riso alla zucca. Notate nella foto anche una mia zucca adorabile, che viene naturalmente dal mio orto variopinto e sempre aggiornato. Alors, vediamo come immergerci in questa semplicità che scalda una bella serata. Come questa.

Ingredienti
Per i bocconcini
- 200 gr di riso arborio
- brodo vegetale
- 1 fettina di zucca
- burro q.b.
- olio evo q.b.
- olio per frittura q.b.
- pangrattato q.b.
- 100 gr di provola 
- sale q.b.
Per la vellutata
- 300 gr di zucca
- 2 patate medie
- 1/2 cipollotto
- 1 rametto di rosmarino 
- peperoncino rosso q.b.
- olio evo q.b.
- sale q.b.


Preparazione. Innanzitutto occupatevi della preparazione di un buon risotto alla zucca. Tostate in un tegame il riso con un po' d'olio d'oliva. Aggiungete la zucca, tagliata finemente. Man mano versate il brodo vegetale, aggiustate di sale. Mescolate continuamente per circa quindici minuti. Appena il riso è ben cotto e compatto, spegnete il fornello, aggiungete una noce di burro. Lasciatelo raffreddare. Nel frattempo in un altro tegame soffriggete con un filo d'olio d'oliva il cipollotto, le patate e la zucca tagliate a pezzettoni. Aggiungete un pizzico di peperoncino, poi mezzo bicchiere d'acqua. Cuocete bene le vostre verdure a fuoco moderato, mescolando ogni tanto. Cinque minuti prima della fine della cottura aggiustate di sale e aggiungete un piccolo rametto fresco e tenero di rosmarino. Togliete allora il tegame dal fuoco e, dopo qualche minuto, usate il frullatore ad immersione per ottenere una vellutata omogenea e profumata. Il vostro risotto si sarà raffreddato, perciò unite a questo piccolissimi pezzetti di provola. Con le mani formate dei bocconcini grandi quanto una noce. Passateli nel pangrattato e friggeteli in olio abbondante (io uso olio evo oppure quello di arachidi). Appena sono pronti serviteli accanto alla vellutata calda. Bon appetit.

Con questa ricetta partecipo al Contest: Colors and food, Arancio



6 commenti:

  1. eh, già dici perfettaemnte.. Bon appetit! Questa idea delle crocchette nella vellutata mi piace sempre, qui dove siamo "tono su tono" diventa quasi anche elegante, GRAZIEEEE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merci Cinzia, speriamo bene questa volta ^^

      Elimina
  2. Mi piace molto, semplice, ma non per questo banale...anzi, e poi i bocconcini sono perfetti.

    Bella anche l'apparecchiatura.

    Cri

    RispondiElimina
  3. che stuzzicante questo piatto!! la conistenza del riso e la morbidezza dell zucca, una coppia perfetta.
    grazie!
    buon we,
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Valentina, e splendido weekend!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...